ANDI | Reggio Emilia


ANDI | Reggio Emilia Loading...
07.06.2012

Emergenza terremoto: la testimonianza di un nostro collega da Mirandola ci racconta la paura del primo giorno di lavoro

Emergenza terremoto: la testimonianza di un nostro collega da Mirandola ci racconta la paura del primo giorno di lavoro

A seguito del terremoto che ha devastato l’Emilia Romagna e la provincia di Mantova, Fondazione ANDI onlus si è fin da subito attivata attraverso azioni concrete di solidarietà tra cui la raccolta fondi in favore delle popolazioni vittime del sisma, la mobilitazione dei colleghi perché offrano la loro opera volontaria sul territorio e la richiesta urgente alle aziende del settore dentale di spazzolini e dentifrici da distribuire alle popolazioni sfollate.

È proprio per incontrare i colleghi colpiti dal terremoto, conoscerne direttamente la situazione e valutare concretamente come aiutarli che, nella serata di ieri, si è svolto a Reggio Emilia un incontro a cui erano presenti il Presidente Nazionale ANDI, Dott. Gianfranco Prada, il Presidente della Fondazione ANDI onlus, Dott. Giovanni Evangelista Mancini, i dirigenti ANDI e della Fondazione, insieme al Dott. Guido Corradi, coordinatore per la Fondazione degli aiuti in loco.

È in questa occasione che ci è stato possibile raccogliere la testimonianza diretta del Dott. Gian Paolo Gennari, consigliere ANDI della Sezione Provinciale di Modena, colpito in prima persona dal sisma, che meglio di tante statistiche ci ha documentato il dramma e le necessità di un territorio ma soprattutto la voglia di ricominciare a vivere e a lavorare.

Al momento non è ancora possibile una stima precisa dei danni e di quanti siano i colleghi che hanno perso lo studio, le cifre a nostra disposizione parlano di circa 40 studi distrutti o non agibili, ma sono dati in continuo aumento. Per questo invitiamo tutti i colleghi delle zone colpite che siano in stato di necessità o quanti abbiano da loro questo genere di informazione a segnalarle alla segreteria della Fondazione ANDI allo 02 30461080 oppure via e-mail all’indirizzo segreteria@fondazioneandi.org.

È davvero difficile raccontare un’esperienza così “fisica” come il terremoto, io ne ho vissuti due in pochi giorni. Il terremoto ti attraversa letteralmente, ti può uccidere o lasciare vivo, ma la sua onda rimane dentro di te per sempre.

Il sisma del 20 maggio mi ha sorpreso in piena notte nella mia casa a San Felice sul Panaro. Non ho dato peso alla prima scossa dell’una e mezza, quella delle quattro mi ha buttato giù dal letto. Con la mia famiglia siamo riusciti a uscire mentre tutto crollava e, increduli, ci siamo radunati in giardino mentre la nostra casa continuava a ondeggiare. Eravamo al buio, scalzi e sgomenti.

Dopo i primi momenti, con un po’ di incoscienza sono rientrato in casa e ho preso le chiavi della macchina dove ci siamo rifugiati fino all’alba. Mentre si susseguivano le scosse di assestamento, ho  recuperato scarpe e vestiti per tutti.

Con la luce dell’alba ho visto intorno a me un paesaggio completamente nuovo: le case vicine ridotte a macerie, la mia con varie ferite ma ancora in piedi.

Alle sette è iniziato il cosiddetto “dopo terremoto”, su internet abbiamo saputo che Finale Emilia e San Felice erano distrutte e che, forse, c’erano stati morti. Le sirene si susseguivano e tutti eravamo alle prese con i telefonini per cercare di contattare parenti e amici.

I soccorsi sono partiti immediatamente.

Ho atteso il primo pomeriggio prima di rientrare in casa e scoprire che tutti i mobili erano rovesciati, nulla era più al suo posto, né tantomeno intatto.

Mi sono fatto forza e ho deciso di andare a Mirandola in studio per vedere cosa era successo. Ero preoccupato perché osservando la distruzione circostante non sapevo se lo avrei ritrovato. L’edificio c’era, ho fatto le scale e ho aperto la porta: stesso spettacolo di casa mia! Le pareti attrezzate rovesciate, le vetrinette in frantumi con tutti i vassoi per terra, la Tac spostata di un metro in centro alla stanza, i controsoffitti crollati. Ho pensato: “ci sarà da lavorare un sacco per rimettere tutto a posto!”. Ma non mi sono perso d’animo.

Il martedì mi sono ritrovato con dipendenti e collaboratori e abbiamo iniziato un turno suppletivo di pulizie pasquali. Consapevoli che la mappa della nostra città era cambiata per sempre, eravamo tutti convinti che la nostra esperienza con il terremoto fosse finita e, in una sorta “terapia di gruppo”, ci siamo raccontati la nostra avventura. Sabato e domenica un’impresa ci ha rimontato i controsoffitti, lunedì abbiamo rilavato, pulito e disinfettato tutto lo studio e avvisato i pazienti che l’indomani saremmo ripartiti. Martedì 29 ci siamo ritrovati in studio alle 8.30: Viviana, Natalina, Elisa, Letizia, Daniela, Simone il nostro stagista ed io. Silvia e Claudia sarebbero arrivate intorno alle 10.

Alle 9.03, terminato il caffè di rito, ho detto: “Forza ragazzi, si riparte! È stato un brutto sogno, ora è finito”. È iniziato allora un leggero tremolio e tutti abbiamo pensato che fossero le ormai consuete scosse di assestamento, ma il tremolio è continuato, sempre più forte, lo studio ha incominciato a saltare, le pareti mobili a uscire dal loro alloggiamento. Le ragazze, spaventate, hanno iniziato a urlare mentre ogni cosa intorno a noi si muoveva e a fatica si riusciva a stare in piedi. Il rumore era assordante e mentre tutto ci cadeva  addosso, con le mani sono riuscito a tenere due pareti mobili e a impedire che ci rovinassero contro. Sono stati momenti interminabili, poi la scossa è cessata e siamo riusciti a uscire in strada. Solo quando ci siamo trovati in un’area sicura  i nervi hanno potuto cedere, ognuno di noi è corso a casa in cerca dei familiari.

Per noi, come per tutti i lavoratori di Mirandola impegnati a ricostruire il proprio paese dopo l’incubo del sisma, quello era il primo giorno di lavoro. Questa volta il bilancio di vite umane perse è stato altissimo. Da allora non sono ancora rientrato in studio e non so quando sarà possibile farlo.

Chi ha potuto è fuggito da Mirandola, io sono ancora qui, a casa mia, a puntellarla per impedire che crolli. Ora tutti abbiamo paura del primo giorno di lavoro dopo il terremoto.

Dott. Gian Paolo Gennari
Consigliere ANDI Modena


Fonte
www.fondazioneandi.org/senza-categoria/emergenza-terremoto-la-testimonianza-di-un-nostro-collega-da-mirandola-ci-racconta-la-paura-del-primo-giorno-di-lavoro/

 

 
03.07.2020
FONDAZIONE ANDI ONLUS METTE A DISPOSIZIONE 1.200 MASCHERINE CHIRURGICHE ALLA CARITAS DI REGGIO EMILIA
Fondazione ANDI Onlus ha messo a disposizione della sezione di Reggio ...
 
23.05.2020
ORAL CANCER DAY 23 MAGGIO 2020
ORAL CANCER DAY: LA PREVENZIONE È SULLA BOCCA DI TUTTI DAL 23 MAGG...
 
24.07.2019
PROGETTO ANDI - ASSOCIAZIONE JAIMA SAHRAWI ANDI REGGIO E FONDAZIONE ANDI PER I BAMBINI SAHRAWI
E’ appena terminato il primo mese di ospitalità dei bambini del popolo S...
 
11.05.2019
ORAL CANCER DAY 2019 - TREDICESIMA EDIZIONE
Sabato 11 maggio 2019 presso il Supermercato Conad Reggio Sud - via Ma...
 
10.11.2018
CONFERENZA STAMPA ADMO EMILIA ROMAGNA E ANDI REGGIO EMILIA SABATO 10 NOVEMBRE 2018 ORE 12.00
ADMO EMILIA ROMAGNA E ANDI REGGIO EMILIA ...
 
29.09.2018
Dr. Pierpaolo Cortellini per ANDI Sezione Provinciale di Reggio Emilia, una grande occasione formativa
L'evento organizzato da ANDI Sezione Provinciale di Reggio Emilia per i...
 
25.07.2018
PROGETTO ANDI - ASSOCIAZIONE JAIMA SAHRAWI
ANDI REGGIO E FONDAZIONE ANDI PER I BAMBINI SAHRAWI E’ appena termina...
 
09.05.2018
Il nostro Ambasciatore di Fondazione Andi ad un incontro di informazione e prevenzione sull'igiene orale
Un sincero ringraziamento al nostro Ambasciatore di Fondazione Andi Dr....
 
05.05.2018
ORAL CANCER DAY 2018
Sabato 5 maggio 2018 presso il Supermercato Conad Le Querce - via Muzio...
 
19.03.2018
Serata di istruzione per gli aderenti al progetto ANDI e ADMO
Lunedì 19 marzo si è tenuta la serata di istruzione per i nostri associ...
 
14.03.2018
I nostri volontari di Fondazione Andi alla Scuola Elementare Madre Teresa di Calcutta di Massenzatico
Un sincero ringraziamento ai nostri volontari di Fondazione Andi onlus ...
 
21.09.2017
Quella volta in cui incontrai il Dalai Lama
Ci sono quegli incontri che non scorderai mai, per me uno di questi è st...
 
16.12.2016
Mostra Benefica in favore del Progetto Ladakh - Piccolo Tibet -
Vendita di oggetti e gioielli di artigianato tibetano VENERDI ...
 
08.04.2016
Il Dottor Alberto Casali presente alla Fotografia Europea di Reggio Emilia 2016.
L'Artista cattura nelle sue immagini i momenti più belli del lavoro degl...
 
11.03.2016
CENA DI SANT'APOLLONIA 2016
Un’occasione da non perdere!! La sede è quella prestigiosa ed esclusiva...
 
13.11.2015
Reggio Emilia, dentista gratis per i bimbi delle famiglie povere
Siglato un protocollo tra l'associazione dentisti e il comune. Una trent...
 
16.05.2015
Oral Cancer Day 2015
L’Oral Cancer Day nasce nel 2007 su iniziativa di ANDI come campagna di ...
 
14.02.2014
CENA DI SANT'APOLLONIA 2014
Cari Colleghi/ghe, Soci Andi della Sez.Prov.Reggio Emilia anche...
 
05.09.2013
NUOVI ORARI SEGRETERIA
In attesa di aggiornare il sito con i nuovi orari della segreteria ve li...
 
17.05.2013
I TUMORI DELLA BOCCA? PREVENZIONE DAL DENTISTA ANDI
visite gratuite e dentisti nei gazebo per informare e ricordare l’import...
 
20.04.2013
PUBBLICIZZARE LO STUDIO: QUALE STRATEGIA ADOTTARE?
20Aprile 2013 - N° crediti formativi: 8 PROGRAMMA DIDATTICO: Durata pr...
 
15.11.2012
Luigi Bertoldi un grande professionista
Quando si scrive di un amico che ci lascia, tendiamo tutti all’encomio, ...
 
27.09.2012
32esimo Mese della Prevenzione Dentale
Contro la crisi “raddoppia" la visita gratuita dal dentista A ottobre...
 
10.08.2012
SORRISI D'AGOSTO
Torna per il sesto anno consecutivo Sorrisi d’Agosto, l’iniziativa di AN...
 
16.06.2012
I Dentisti ANDI Reggio Emilia per Reggiolo
Reggiolo, 16/06/2012 Il Dott. Fulvio Curti e Dott. Alessandro Fontanesi...
 
07.06.2012
Emergenza terremoto: la testimonianza di un nostro collega da Mirandola ci racconta la paura del primo giorno di lavoro
Emergenza terremoto: la testimonianza di un nostro collega da Mirandola ...
 
24.05.2012
Dona il tuo 5 x mille
Anche quest’anno, la Legge Finanziaria prevede la possibilità di destina...
 
02.05.2012
ORAL CANCER DAY 2012 REGGIO EMILIA
Come ogni anno La Sezione Provinciale Andi Reggio Emilia organizza la g...
 
13.04.2012
ORAL CANCER DAY 2012
Sabato 5 maggio 2012 Vieni a trovarci nei gazebo allestiti in più di ...
 
16.12.2011
Nasce alla Casa del Tibet (RE) il “Progetto Ladakh”
Nasce alla Casa del Tibet (RE) il “Progetto Ladakh” Per l’assistenz...
 
31.10.2011
FONDAZIONE ANDI ONLUS
Origini La Fondazione ANDI ONLUS, nasce l’8 giugno 2005 quale Fondazion...
 
01.09.2011
Presentato a Milano da Andi/Mentadent il 31° mese della prevenzione dentale
Promosso da ANDI e da Mentadent torna a ottobre il Mese della Prevenzion...
 
22.07.2011
Sorrisi d’agosto: per trovare il dentista ANDI aperto
Torna per il quarto anno consecutivo Sorrisi d’Agosto, l’iniziativa dell...
 
21.07.2011
FONDAZIONE A.N.D.I. Onlus sul tetto del mondo: al via il progetto Ladakh
Parte il 1° agosto con un aereo diretto sul tetto del mondo: è il “Proge...
 
14.05.2011
METTIAMO LA BOCCA AL CENTRO DELLA RICERCA
Difficile immaginare il vostro dentista fuori dal suo studio? Eppure, fu...
 
30.03.2011
Oral Cancer Day 2011
Per il quinto anno consecutivo torna l’Oral Cancer Day, l’appuntamento c...
 
01.10.2010
Mese della Prevenzione
Per conservare a lungo un sorriso bello e sano, bisogna prendersene cura...
 
15.05.2010
ORAL CANCER DAY
Sabato 15 maggio 2010 si è svolto in tutta Italia lOral Cancer Day, giun...